informazioni sul mondo del lavoro Lavorare in Banca d'Italia

Lingua: Italiano    |    Paese: Italia    |    GMT: +1.00 h Home    |    Mappa    |    JobFinder    |    Lavoro & Carriera    |    FAQ
 
 
Postato Venerdì 01 Aprile 2011 alle ore 13:09:33 da Fabio Alfonso Butticè
La Banca d'Italia è un istituto di diritto pubblico, ed è la banca centrale della Repubblica italiana. La Banca d'Italia fa parte del Sistema europeo di banche centrali (SEBC) e dell'Eurosistema.

Per poter lavorare in Banca d'Italia è necessario superare uno dei concorsi pubblici indetti regolarmente dall’Istituto. Tali concorsi vengono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, sul sito ufficiale della banca stessa (http://www.bancaditalia.it) e spesso anche sui principali quotidiani nazionali nonchè nella stampa specializzata nazionale ed estera. Inoltre sono reperibili anche presso l’Amministrazione centrale, via Nazionale, 91 – Roma e presso tutte le Filiali.

Tra i percorsi disponibili possiamo trovare: ricercatore economico, analista di bilancio, ispettore di vigilanza.

Nei vari concorsi pubblicati sono indicati i requisiti necessari per potervi accedere, tra cui una discriminante è rappresentata dal titolo di studio. Alcuni concorsi prevedono il possesso della licenza media, altri di un diploma, ed altri ancora la laurea, ovviamente in funzione del tipo percorso di carriera scelto. Anche la votazione riportata nel titolo posseduto può essere una discriminante.

Nel caso di concorsi concorsi per borse di studio per la qualificazione nel settore creditizio e finanziario, finalizzati all’assunzione nel grado di Coadiutore, la Banca d'Italia non consiglia testi specifici, per cui il candidato sulla base del programma d’esame allegato ai bandi di concorso, deve far riferimento ai manuali universitari.

Nel caso di concorsi concorsi per borse di studio per la qualificazione nel settore creditizio e finanziario, finalizzati all’assunzione nel grado di Coadiutore è richiesta una laurea quadriennale/quinquennale - o titolo estero equipollente - con un punteggio di almeno 105/110 o votazione equivalente.

La Banca d'Italia accetta anche una laurea equipollente, ovvero equiparata, ad una laurea o ad una classe di lauree specialistiche indicate nel bando. L’equipollenza è riconosciuta con legge o con decreto ministeriale, ed è possibile rivolgersi al Ministero dell’Università e della Ricerca per avere l’elenco aggiornato delle equipollenze. Presso il Ministero dell’Università e della Ricerca è possibile avere l'elenco aggiornato delle lauree equiparate che equiparano le vecchie lauree (vecchio ordinamento) con le nuove classi di lauree specialistiche (nuovo ordinamento).

Ai concorsi possono partecipare anche coloro che hanno conseguito il titolo all'estero, alle seguenti condizioni:
  1. essere cittadino di uno stato membro dell’U.E.;
  2. possedere un titolo di studio rilasciato da un’istituzione ufficiale del sistema educativo di uno stato membro dell’U.E.;
  3. riconoscimento dell’equivalenza/equipollenza del titolo di studio posseduto con uno di quelli previsti dal bando di concorso;
Per conoscere le modalità e i tempi del riconoscimento è necessario rivolgersi al Dipartimento della Funzione Pubblica - Presidenza del Consiglio dei Ministri.

La sede di lavoro viene individuata solo al termine dell’istruttoria di assunzione e può riguardare sia i Servizi dell’Amministrazione Centrale (Roma) sia una delle Filiali dislocate in tutte le regioni.
Pubblicato in Concorsi | Comunicazioni
Segnala su: Submit to Blinklist Submit to del.icio.us Submit to Furl Submit to Magnolia Submit to Netvouz Submit to Reddit Submit to Segnalo Submit to Smarking Submit to Technorati Submit to Yahoo
« post precedente post successivo »
Inserisci il tuo commento:
E' consentito intervenire nella discussione esclusivamente alle Aziende o ai Candidati correttamente registrati, per registrarti segui le indicazioni riportate nelle Home Page delle rispettive Aree Riservate.

All'interno dei commenti non sono consentiti:
  • Messaggi non inerenti il post
  • Messaggi anonimi (senza nome e cognome)
  • Messaggi con linguaggio offensivo
  • Messaggi che contengono contenuto razzista
  • Messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
Gli operatori di CvEngine potranno in qualsiasi momento, a loro insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi. La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri.
Se hai dei dubbi leggi "Termini e condizioni".

* Nome

* Indirizzo e-mail (non verrà visualizzato)

* Commento

 
CvEngine ottempera alla normativa vigente nello Stato Italiano sulla privacy
Termini e condizioni    |    Privacy    |    Cookie    |    Siti Partner    |    Contatti powered by Kosmous